Rendering per catalogo tecnico per catalogo Comipont

RENDERING PER CATALOGO TECNICO. QUANDO IL 3D SOSTITUISCE LA FOTO DA CATALOGO

 

Ormai quasi tutte le aziende progettano i loro prodotti con i programmi cad. Oggi è possibile partire da questo file di progettazione per arrivare ad un render per catalogo tecnico, un'immagine fotorealistica da inserire sul catalogo.

Il vantaggio è evidente: avere un catalogo prima ancora di andare in produzione, avere delle immagini del prodotto anche se non si ha la disponibilità del pezzo. Ma soprattutto praticità: niente trasporto di merci (magari enormi), niente tempi di montaggio, niente scenografie imponenti...

Tutto questo si trasforma in un netto risparmio economico e di tempistica.

QUALE È STATO INVECE IL WORKFLOW?

Il cliente, dopo un brief, ci ha portato 3 campioni di metallo di circa 10 cm per farci vedere le tre finiture (zincato a freddo, zincato a caldo e verniciato).

Dopo una telefonata con l'ufficio tecnico, sono cominciati ad arrivare i modelli 3d (erano già pronti perchè sono stati usati i files di progettazione).

E via. Render, impaginazione e... stampa!

E SE AVESSIMO VOLUTO FOTOGRAFARE IL PRODOTTO?

 

Provate a pensare come avrebbe potuto essere il workflow di questo progetto: Per la foto qui a fianco il cliente avrebbe dovuto produrre, selezionare e trasportare un ponteggio discretamente grande. Un paio di operai avrebbero perso a dir poco mezza giornata per costruirlo.

Il nostro studio fotografico di 250mq, alto una decina di metri sarebbe stato in grado di ospitare oggetti grandi anche 7x7 metri, ma l'inquadratura sarebbe stata vincolata, l'illuminazione anche.

Se non impossibile sarebbe stato molto, molto complicato. Ed oneroso.

Si sarebbe optato per fotografare la struttura in esterno con una notevole perdita di qualità e con il vincolo della situazione meteo. Per un catalogo di queste dimensioni avremmo sicuramente avuto foto al sole di mezzogiorno, altre all'ombra. Alcune verso sera...